📦 Spedi.me - Vita da spedizionieri

Il blog sul mondo delle spedizioni merci, trasporti internazionali e logistica. – A cura di ivan iotti

Viviamo in tempi frenetici e complicati.

E' quindi sempre più difficile tenere controllati i propri impegni professionali e personali.

Per questo esistono molte applicazioni legate alla produttività, ciascuna con qualche peculiarità che la rende più adatta ad un certo utilizzo piuttosto che ad un altro.

Praticamente tutte necessitano di una iscrizione, una curva di apprendimento ed una quota di abbonamento.

Spesso però non utilizziamo che una piccola parte delle funzioni offerte da questi servizi che tra l'altro sono per la maggior parte start-up la cui longevità nel medio periodo è tutta da scoprire.

Forse la buona vecchia agenda cartacea ha ancora molte carte da giocare!

Una alternativa a tutto questo è quella di potersi gestire in totale autonomia la propria lista di impegni lavorativi (o personali).

Come fare?

E' molto semplice: è sufficiente scaricare un file di testo da utilizzare come modello e salvarlo sul desktop del proprio computer oppure sul proprio cloud storage privato così da averlo sempre con se.

Per questo motivo ho creato un sito web apposito che si chiama plann.one in cui trovate le istruzioni per farlo ed un file denominato plann.txt da scaricare e modificare a proprio piacimento.

Si tratta di un approccio semplice, gratuito ed aperto che credo possa facilmente soddisfare la maggior parte delle necessità delle persone.

E' anche un modo per restituire qualcosa di utile alla comunità open source.

Tags: #business

Il Garante della concorrenza ha comminato una multa miliardaria al colosso dell'e-commerce Amazon in quanto secondo l'autorità:

“Amazon ha danneggiato gli operatori concorrenti di logistica per e-commerce, impedendo loro di proporsi ai venditori online come fornitori di servizi di qualità paragonabile a quella della logistica di Amazon”.

Da parte sua il colosso creato da Jeff Bezos ha comunicato che farà ricorso e che ritiene

“la sanzione e gli obblighi imposti ingiustificati e sproporzionati.”

Vedremo quali saranno gli sviluppi, certo è che quello della logistica e delle spedizioni è un mercato sul quale Amazon ha puntato gli occhi ormai da anni rendendo la vita difficile a molte società che non possono competere ad armi pari con il gigante delle vendite online.

Tags: #business #economia #spedizioni #logistica

Progettare la tua presenza online per le tue esigenze professionali o per la tua azienda è oggi un “must have”.

È una versione aggiornata e potenziata vecchio biglietto da visita.

Un'attività online curata e mirata può aumentare il tuo business in molti modi.

Il percorso per raggiungere i tuoi obiettivi non è facile e deve essere continuamente migliorato.

Sia i clienti che il mondo dei trasporti sono sempre in movimento, il rischio di sedersi e rimanere indietro è alto.

E allora?

Sii curioso e propositivo, il tuo business ti ringrazierà.

Tags: #business #tecnologia #shipping

Un consiglio importante (e facile!) che spesso mi sono trovato a dare alle aziende è quello della corretta etichettatura delle loro merci.

Molti clienti non pensano a quanta importanza rivesta questo semplice accorgimento.

Fino a quando non ci sono problemi una etichetta generica che identifica la propria merce può sembrare più che sufficiente, ma se ci pensate bene per un qualsiasi errore umano la spedizione può essere erroneamente instradata e finire in un magazzino di smistamento che non è quello corretto.

E' proprio in questi casi che una corretta etichettatura può fare la differenza tra non riuscire a rintracciare più la propria merce ed invece trovarla nel giro di breve tempo.

Per quanto mi riguarda è sempre consigliabile (a meno di richieste particolari da parte di chi acquista la merce) inserire il nome completo del mittente e del destinatario sul materiale che si deve spedire.

Tags: #spedizioni #shipping #trasporti

cargo tips screenshot

Qualche mese fa avevo annunciato l'intenzione di pubblicare un nuovo sito web con alcune informazioni utili per spedizionieri e clienti.

Ebbene, finalmente è online una prima versione di cargotips.one dove inizialmente troverete una lista di risorse utili per chi si occupa di spedizioni.

Ho inoltre inserito anche una sezione contenente un blog in inglese in cui pubblicare in parallelo articoli molto brevi sul mondo delle spedizioni prendendo spunto da quello che scrivo su questo blog (e viceversa).

Visto il successo di visite che negli anni ha avuto Vita da spedizionieri, ho pensato di “raddoppiare” così da poter raggiungere una più amplia platea di persone interessate al mondo delle spedizioni.😉

Tags: #blog #shipping

La situazione dei trasporti continua a essere molto complicata per gli spedizionieri di tutto il mondo. La mancanza di spazio è un problema che mantiene alte le tariffe aeree e marittime. Ritardi e congestioni sono comuni su molte rotte.

Inoltre la recente crisi energetica in Cina ha portato molte fabbriche cinesi a ridurre la produzione causando ridardi nelle produzioni e di conseguenza una crescente domanda di merci da spedire via aerea.

Con l'avvicinarsi del Natale e del Capodanno cinese, non ci sono previsioni per una migliore situazione del trasporto merci a breve termine.

Tags: #shipping #trasporti

Ho deciso di mettermi al lavoro su un nuovo progetto (non sarà prioritario ma spero di riuscire a portarlo avanti pian piano nel tempo).

Si tratta di un sito web che darà suggerimenti ed informazioni utili a spedizionieri e clienti sul mondo delle spedizioni.

Penso ci siano molte cose che vengono date per scontate e che invece una volta spiegate con semplicità possano trasformarsi in consigli utili o perlomeno offrire spunti di riflessione a tutti coloro che hanno a che fare con lo shipping.

Il dominio è già stato preso e sarà cargotips.one.

Vi terrò aggiornati sugli ulteriori sviluppi.

Tags: #blog #shipping

I problemi delle catene di approvvigionamento internazionali ultimamente si ripresentano con una cadenza regolare. Nell'arco di un anno abbiamo avuto Covid-19 (con i conseguenti lockdown e restrizioni agli spostamenti delle persone), noli aerei e via mare in forte crescita, Brexit e ora il blocco (speriamo temporaneo) del Canale di Suez.

Diventa sempre più attuale domandarsi se occorra o meno ridisegnare le supply chain sulle quali si regge il nostro settore manifatturiero.

A livello europeo se ne sono accorti già in Germania dove la carenza di microchip provenienti da oriente ha rallentato la produzione di auto di Volkswagen.

Sempre per lo stesso motivo anche la produzione in Europa di batterie sta diventando sempre più strategica, proprio nel momento in cui l'elettrico sta iniziando a diventare una vera e propria soluzione alternativa al classico motore a scoppio.

Sembra che la teoria della delocalizzazione dall'altra parte del mondo inizi a mostrare i propri limiti, tenuto anche conto della crescente influenza cinese in tutta l'Asia e alle ultime tensioni sui diritti umani in Cina.

Tags: #spedizioni #trasporti #merci #mare #shipping

La federazione nazionale degli spedizionieri (Fedespedi) invita le aziende italiane a riconsiderare l'utilizzo della resa EXW per le vendite all'estero.

Perdere il controllo sul trasporto implica dei costi e dei rischi nascosti che spesso non sono chiari agli imprenditori.

Quello della resa franco fabbrica è un problema rilevante, considerato che in paesi come Francia, Spagna e Germania solo il 30% delle merci vendute all'estero ha resa EXW.

In Italia siamo invece al 73% a livello nazionale con punte del 91% per le aziende del Veneto.

Qui trovate l'articolo completo apparso su AircargoItaly.

Tags: #trasporti

Ne ho parlato diverse volte su questo blog ed alla fine siamo giunti all'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Da oggi ufficialmente la Gran Bretagna è fuori dall'UE. L'accordo è arrivato in extremis, ma il futuro rimane incerto tra obblighi doganali ed accordi da rispettare. Quello che è sicuro è che si chiude un periodo travagliato in cui il divorzio tra il continente europeo e l'isola di sua Maestà ha occupato per mesi i tavoli diplomatici delle due controparti. Ora non resta che vedere come evolveranno i rapporti tra i due ex partner, con un occhio alla crisi legata al Covid-19 che non mancherà di segnare i mesi a venire.

Tags: #trasporti #economia