Coronavirus: quali i possibili effetti su economia, logistica e trasporti in Cina?

Gli analisti iniziano ad interrogarsi sulle conseguente economiche dell'epidemia di Coronavirus nella Cina.

Cina

Dal dramma umano alle conseguenze negative sull'economia il passo è breve. Gli esperti si stanno domandando cosa succederà se la grave situazione epidemica dovuta al Coronavirus dovesse perdurare.

L'epidemia è stata scoperta a fine Dicembre 2019 ed il virus individuato ad inizio Gennaio 2020. Rispetto all'epidemia della SARS che colpì la Cina diversi anni fa i tempi di reazione del servizio sanitario cinese sono aumentati moltissimo. Se all'epoca dello scoppio della SARS la parola d'ordine era minimizzare il problema, oggi la Cina ha imparato la lezione e compreso che solo la divulgazione delle informazioni può consentire di lottare e contenere la diffusione del virus. Tanto che il presidente Xi ha parlato di gravi conseguenze se funzionari ed apparati politici cinesi venissero scoperti a nascondere informazioni circa la diffusione della malattia. Insomma pare che qualcosa l'epidemia di SARS abbia insegnato alla potenza cinese. Tuttavia aldilà delle preoccupazioni di carattere sanitario ci sono una serie di incognite legate alla potenza manifatturiera asiatica. Cosa succederà al termine dei festeggiamenti dovuti al Capodanno cinese? Aziende e scuole riapriranno? Le città che sono state isolate continueranno ad esserlo? Come potrà un paese con intere aree in quarantena riprendere le attività economiche? Che impatto ci sarà sulle infrastrutture logistiche e sugli investimenti?

Già è chiaro che la cancellazione dei festeggiamenti del Capodanno e la paura nella popolazione faranno diminuire consueta domanda di beni e servizi previsti durante il periodo festivo con un conseguente effetto negativo sull'economia del colosso cinese.

— ivan iotti

#spedizioni #merci #cina #virus #economia #prospettive #previsioni #trasporti #logistica #coronavirus